<< indietro

Cos'è

In attuazione delle disposizioni statali sulla razionalizzazione della spesa e sugli obblighi di aggregazione degli acquisti, la Regione ha istituito, con legge regionale 12 dicembre 2014, n. 26 (Riordino del sistema Regione-Autonomie locali nel Friuli Venezia Giulia. Ordinamento delle Unioni territoriali intercomunali e riallocazione di funzioni amministrative), all'interno del proprio ordinamento, la Centrale unica di committenza regionale per l'acquisto di beni e la fornitura di servizi.

La Centrale unica di committenza regionale può operare nelle seguenti modalità:
•    come stazione appaltante delegata ad aggiudicare appalti (soggetto accentratore della funzione), su delega di una o più amministrazioni/uffici, ai sensi dell’articolo 46 della  legge regionale 12 dicembre 2014, n. 26;
•    come soggetto aggregatore (della domanda), che aggiudica e stipula convenzioni quadro (o accordi quadro), ai sensi degli articoli 44 e 45 della legge regionale 12 dicembre 2014, n. 26.

La Centrale unica di committenza cura inoltre l’esecuzione degli adempimenti trasversali in materia di appalti pubblici di forniture o servizi e coordina e promuove iniziative volte al miglioramento delle attività inerenti i contratti pubblici di forniture o servizi con riguardo alla telematizzazione delle procedure di gara e alla dematerializzazione dei processi di acquisto.