20 maggio 2021
Con la recente approvazione della legge regionale 14 maggio 2021 n. ...
[ segue ]
02 marzo 2021
  Programma sicurezza 2021  
[ segue ]
07 luglio 2020
  Con delibera n. ...
[ segue ]

AgID - Censimento Datacenter - Comunicazione piani di dismissione Datacenter di tipo "B" 20210929

Il Piano Triennale per l’informatica nella Pubblica amministrazione affida ad AgID e al Team Digitale (ora Dipartimento per la Trasformazione Digitale) il compito di coordinare interventi di razionalizzazione e consolidamento dei data center della PA. Il percorso prevede attraverso la progressiva dismissione dei data center obsoleti e inefficienti, con l’obiettivo di ridurre i costi di gestione delle infrastrutture IT in favore di maggiori investimenti in nuovi servizi digitali, mediante la migrazione verso il Cloud della PA.  

 

A tal fine AgID ha avviato e concluso, in conformità con quanto previsto dalla circolare 1/2019 e dal Piano Triennale, il censimento del patrimonio ICT della PA con l’obiettivo di rilevare lo stato delle infrastrutture IT della PA e acquisire informazioni essenziali per dar vita al processo di razionalizzazione dei data center della PA italiana e di adozione del modello Cloud. Il censimento è stato condotto da AgID su quasi mille amministrazioni per un totale di 1252 data center censiti. 

 

Dei 1252 data center censiti: 

  • 35 sono risultati candidabili all’utilizzo da parte del Polo Strategico Nazionale; 
  • 27 sono stati classificati nel gruppo A (con requisiti minimi di affidabilità e sicurezza dal punto di vista infrastrutturale e/o organizzativo) 
  • i restanti 1190 sono stati classificati nel gruppo B (con carenze strutturali e/o organizzative o che non garantiscono la continuità dei servizi) 

Sono, inoltre, stati automaticamente inseriti fra le strutture di tipo B anche tutti i data center degli enti che non hanno aderito al censimento, non rispondendo al questionario predisposto da AGID.  Le Amministrazioni con data center classificati nel Gruppo B devono quindi procedere alla dismissione di questi Data Center migrando verso il Cloud della PA, secondo quanto previsto nel programma nazionale di abilitazione al cloud (https://docs.italia.it/italia/piano-triennale-ict/cloud-docs/it/stabile/cloud-enablement.html#la-strategia-di-cloud-enablement). 

 

A supporto di questo modello strategico di evoluzione del sistema informativo della PA e con la finalità di favorire i processi di trasformazione digitale della pubblica amministrazione locale del FVG, la Regione FVG, con il supporto tecnologico di INSIEL, ha attivato un piano di ottimizzazione e consolidamento delle risorse ICT degli EE.LL. tramite i servizi offerti dal proprio datacenter.  I servizi erogati dal Datacenter Insiel ed offerti in convenzione gratuita agli EE.LL., comprendono soluzioni di tipo SaaS (come la suite gestionale ASCOT, i servizi documentali GIFRA, ADWebservizi di gestione dati territoriali e catastali EAGLE FVG etc..), PaaS ( Telefonia VoIP, Posta elettronica, servizio di directory AD e file system strutturato centralizzato, servizi di firma elettronica, servizi di pagamento elettronico PagoPA, sito web istituzionale, pubblicazione sicura dei servizi tramite SPID/CIE etc..) e IaaS ( hosting VM, accesso al desktop remoto Parallels RAS, VPN etc..).  

 

A coronamento di tale attività progettuale, è stato sottoscritto un accordo tra la Regione FVG e l’AGID, recante il titolo di “ACCORDO DI COLLABORAZIONE PER LA CRESCITA E LA CITTADINANZA DIGITALE NELLA REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA” (https://trasparenza.agid.gov.it/moduli/downloadFile.php?file=oggetto_allegati/20871853050O__OAccordo_Territoriale_FVG+con+allegato.pdf). All’interno dell’allegato 1 del succitato accordo, viene formalizzato l’impegno, da parte dei due contraenti, ognuno per la parte di sua competenza, a dar corso all’intervento denominato “Razionalizzazione Data Center SIAL”, con cui si identifica e si quantifica i tempi, i modi e gli impegni finanziari necessari a guidare gli EE.LL. del FVG verso la trasformazione digitale e l’adozione di un modello infrastrutturale di tipo Cloud-First. 

 

Per quanto riguarda, in specifico, l’argomento infrastrutture fisiche, le schede dell’accordo individuano la Regione FVG come soggetto attuatore centro di competenza territoriale , in materia di Cloud Enablement Program, riconoscendo al programma di interventi dispiegati da RAFVG,  nell’ambito della convenzione SIAL, il valore di piano di migrazione al cloud, di cui al piano triennale AGID 2020/2022, Capitolo 4 – Infrastrutture e al relativo obiettivo 4.1 (Migliorare la qualità e la sicurezza dei servizi digitali erogati dalle amministrazioni locali favorendone l’aggregazione e la migrazione sul territorio). 

Da tutto quanto sopra esposto, deriva quindi che, tutti gli enti, proprietari di Datacenter classificati nel gruppo B, che abbiano sottoscritto la convenzione SIAL ed abbiano attivato i servizi cloud previsti all’interno di atto convenzionale, ricadano nell’ambito della strategia di migrazione e consolidamento delle risorse ICT regionali, prevista dall’intervento “Razionalizzazione Data Center SIAL” di cui al succitato accordo e già approvato e riconosciuto da AGID come piano di migrazione verso i servizi cloud. 

 

Non è, quindi, necessario che procedano con una comunicazione formale ad AgID, così come previsto dall’obiettivo CAP4.PA.LA04 del Piano Triennale per l'Informatica nella PA 2020-2022, di cui si riporta un estratto: 

 

 Entro settembre 2021 - Le PAL proprietarie di data center classificati da AGID nel gruppo B trasmettono ad AGID i piani di migrazione verso i servizi cloud qualificati da AGID e i data center di gruppo A attuando quanto previsto nel programma nazionale di abilitazione al cloud tramite il sistema PPM del Cloud Enablement Program - CAP4.PA.LA04 

 

Qualora, invece, i singoli enti, non abbiano sottoscritto la convenzione SAIL e/o non abbiano attivato i servizi cloud ivi previsti, preferendo seguire una propria strategia di migrazione dei servizi verso il Cloud della PA, resta valido l’obbligo di comunicare ad AGID, entro il 30 settembre 2021i piani di dismissione del proprio Datacenter , secondo quanto disposto dal sopra citato obiettivo CAP4.PA.LA04. 

 

Per ogni eventuale richiesta di informazioni o chiarimenti è possibile rivolgersi ai sottoindicati funzionari regionali del servizio SIDEG: 



 
immagine notizia
[ immagine notizia stampa ] [ immagine notizia top ]