• home
  • » Servizi
  • » consulenza agli enti locali

scheda di dettaglio parere

visualizza i dati del parere >
Estremi nota parere
     Protocollo 12080
     Data 22/11/2017
Estremi quesito
     Anno 2017
     trimestre 4
Ambito Servizi pubblici
Materia Società partecipate
Oggetto

Partecipazioni azionarie ATAP

Massima

Secondo la procedura per il trasferimento di azioni prevista dall’articolo 2022 del codice civile (richiamato dal comma quarto dell’articolo 2355, disciplinante il trasferimento delle azioni nominative con strumento diverso dalla girata), nel caso di trasferimento ex lege al Comune della titolarità di azioni della soppressa Provincia, il Comune potrà richiedere alla società il rilascio di nuovi titoli ad esso intestati in luogo di quelli corrispondenti intestati alla Provincia, con indicazione della decorrenza del passaggio della proprietà e conseguente aggiornamento del Libro Soci.

Funzionario istruttore BARBARA ZANESSI

barbara.zanessi@regione.fvg.it
Parere espresso da Servizio affari istituzionali e locali, polizia locale e sicurezza

Testo completo del parere

Il Comune chiede di conoscere se il trasferimento ad esso delle azioni ATAP, già di proprietà della soppressa Provincia di Pordenone, sia da considerarsi perfezionato a far data dall’1 ottobre 2017, così come indicato dalla Deliberazione della Giunta regionale n. 1761 del 22 settembre 2017, recante il piano di liquidazione della Provincia di Pordenone e comunicato dal Commissario liquidatore con nota prot. 3763 del 12 ottobre 2017, ovvero risultino necessari ulteriori adempimenti formali da parte dell’organo liquidatore.

Un tanto anche al fine di poter alienare/cedere le dette partecipazioni azionarie.

Esaminato il quadro normativo di riferimento e rinviando alle eventuali ulteriori osservazioni che il competente Ufficio stralcio in indirizzo riterrà di esprimere, si formulano le seguenti considerazioni.

Ai sensi dell’articolo 8, comma 5 della lr 20/2016 la soppressione delle Province di Gorizia, Pordenone e Trieste ha avuto effetto dall’1 ottobre 2017.

Da tale data ha altresì avuto effetto, per quanto qui d’interesse, il trasferimento ai Comuni della titolarità delle partecipazioni della provincia di Pordenone nella società di trasporto pubblico locale ATAP spa, sulla base dei criteri definiti dalla Giunta regionale con la DGR 1396/2017, la quale ha previsto l’assegnazione delle quote in commento ai Comuni della Provincia in proporzione alla rispettiva popolazione residente (dati ultimo censimento generale); da tale data, pertanto, codesto Comune ha titolo per disporre di tali partecipazioni nel rispetto, tuttavia, degli adempimenti previsti dalle regole civilistiche connesse alla intestazione al Comune delle azioni in argomento[1].

Con riferimento alla fattispecie in commento, tra le modalità di trasferimento dei titoli prevista dal codice civile rileva quella di cui all’articolo 2022 (richiamato dal comma quarto dell’articolo 2355, disciplinante il trasferimento delle azioni nominative con strumento diverso dalla girata). Secondo tale procedura, sulla base dell’avvenuto trasferimento ex lege della titolarità delle azioni, il Comune instante potrà richiedere alla società ATAP spa[2] il rilascio di nuovi titoli ad esso intestati in luogo di quelli corrispondenti intestati alla soppressa Provincia, con indicazione della decorrenza del passaggio ai sensi dell’articolo 8, comma 5 della lr 20/2016 (1 ottobre 2017) e conseguente aggiornamento del Libro Soci.

Per completezza espositiva e con particolare riferimento alla ventilata intenzione di alienare/cedere le partecipazioni trasferite al Comune, si rappresenta che ai sensi del comma 25 dell’articolo 11 della lr 37/2017 (Disposizioni urgenti in materia di programmazione e contabilità) “Al fine consentire un'efficace gestione delle partecipazioni pubbliche nel settore della mobilità delle persone la Regione promuove ai sensi dell' articolo 4 del decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 175 (Testo unico in materia di società a partecipazione pubblica), e successive modifiche e integrazioni, la costituzione di società di scopo a cui anche gli enti locali possono conferire le quote di proprietà di società operanti nel settore del trasporto pubblico locale dagli stessi possedute.”





--------------------------------------------------------------------------------

[1] In particolare, ai sensi dell’articolo 2355 del codice civile, alla cui lettura si rimanda, il trasferimento dei titoli di una SPA si effettua in modi differenti, a seconda che si tratti di azioni al portatore o nominative. Nel primo caso, la cessione si effettua attraverso la semplice consegna materiale del titolo, nel caso di azioni nominative è invece necessaria la girata autenticata da un notaio o da altro soggetto, secondo quanto previsto dalle leggi speciali (es. agente di cambio). La cessione delle azioni nominative è efficace, per le due controparti, al momento dell'effettuazione della girata; nei confronti della società, invece, detta efficacia è rinviata all'atto di iscrizione della girata stessa nel libro soci. Il trasferimento delle azioni nominative con mezzo diverso dalla girata si opera a norma dell’articolo 2022.

[2] Si rappresenta che la Società ha già ricevuto la formale comunicazione da parte del Commissario liquidatore dell’assegnazione delle azioni ai Comuni in base al piano di liquidazione finale approvato dalla Giunta.
Per avere copia o maggiori informazioni scrivere a:
consulenza.aall@regione.fvg.it
Le richieste di parere possono provenire esclusivamente da Enti locali del Friuli Venezia Giulia e devono essere formulate da amministratori, segretari, dirigenti o responsabili P.O.