• home
  • » Servizi
  • » consulenza agli enti locali

scheda di dettaglio parere

visualizza i dati del parere >
Estremi nota parere
     Protocollo 1935
     Data 08/03/2017
Estremi quesito
     Anno 2017
     trimestre I
Ambito ORDINAMENTO GENERALE
Materia FUNZIONI AMMINISTRATIVE
Oggetto

Competenza all’espressione del parere di regolarità tecnica su regolamento comunale per la telefonia mobile.

Massima

Fino alla decorrenza dell'esercizio associato in Unione delle funzioni in materia di pianificazione territoriale ed edilizia privata, la competenza all'esercizio delle funzioni comunali in tale materia, inclusa l'espressione del parere di regolarità tecnica relativo al regolamento comunale per la telefonia mobile di cui all'articolo 16 della lr 3/2011, permane in capo ai  Comuni.









Funzionario istruttore BARBARA ZANESSI
0432/555720
BARBARA.ZANESSI@REGIONE.FVG.IT
Parere espresso da SERVIZIO AFFARI ISTITUZIONALI E LOCALI, POLIZIA LOCALE E SICUREZZA

Testo completo del parere

Il Comune, che è in procinto di approvare il regolamento comunale per la telefonia mobile di cui all'articolo 16 della legge regionale 3/2011 (Norme in materia di telecomunicazioni), chiede di conoscere se l'espressione del parere di regolarità tecnica su detto regolamento competa al Comune oppure all'Unione territoriale intercomunale cui quest'ultimo partecipa.

Un tanto, premesso che:

a) l'articolo 27, comma 1, lettera b) della legge regionale 26/2014 prevede, al punto 3), l'esercizio obbligatorio in forma associata delle procedure autorizzatorie in materia di energia;

b) lo statuto dell'Unione ha fissato nell'1 gennaio 2017 la decorrenza dell'esercizio associato in Unione delle procedure autorizzatorie in argomento;

c) nell'allegato 1 alla DGR 1093/2016, recante l'approvazione in via preliminare della declaratoria delle funzioni ex artt. 26, 27 e 28 della medesima lr 26/2014, le autorizzazioni uniche per gli impianti di telefonia mobile sono annoverate nell'ambito delle procedure autorizzatorie in materia di energia sopra citate;

Esaminato il quadro normativo di riferimento, si formulano le seguenti considerazioni.

Ai sensi del comma 1, dell'articolo 16, della legge regionale 3/2011, il regolamento comunale per la telefonia mobile è approvato dai Comuni 'anche come atto integrativo o parte del regolamento edilizio comunale'. Sulla base di tale qualificazione operata dalla legge il regolamento in argomento pare, pertanto, rientrare nell'ambito della materia 'pianificazione territoriale ed edilizia privata' di cui all'articolo 27, comma 1, lettera b) punto 2) della legge regionale 26/2014 citata.

Si osserva, inoltre, che le funzioni di cui all'odierno quesito, come attualmente collocate nella citata declaratoria, riguardano le sole procedure autorizzatorie in materia di energia, cui non pare possibile ricondurre il regolamento comunale in commento.

Atteso che, come appreso per le vie brevi dal Comune instante, la decorrenza dell'esercizio associato delle funzioni in materia di pianificazione territoriale ed edilizia privata è fissata dallo statuto dell'Unione cui il Comune partecipa nell'1 gennaio 2018, ne consegue che, fino a tale data, la competenza all'esercizio delle funzioni comunali in tale materia, inclusa quindi l'espressione del parere di regolarità tecnica relativo al regolamento in argomento, permane in capo al Comune instante. Resta comunque inteso che, ai sensi dell'articolo 27, comma 2 della legge regionale 26/2014, gli organi dei comuni conservano la competenza ad assumere le decisioni riguardanti le funzioni di cui al medesimo articolo, ivi compresa l'approvazione dei regolamenti.



  lr 3/2011, art. 16; lr 26/2014, art. 27
Per avere copia o maggiori informazioni scrivere a:
consulenza.aall@regione.fvg.it
Le richieste di parere possono provenire esclusivamente da Enti locali del Friuli Venezia Giulia e devono essere formulate da amministratori, segretari, dirigenti o responsabili P.O.