presentazione e ammissione delle candidature

Fissata la data delle elezioni e convocati i comizi, il procedimento elettorale prosegue prima con la presentazione delle candidature per la carica di sindaco e di consigliere comunale e poi con la loro ammissione da parte dell’ufficio a ciò preposto, ovvero la Commissione elettorale circondariale. La legge regionale 5 dicembre 2013, n. 19, ha disciplinato nel dettaglio la procedura di presentazione delle candidature. Tutte le liste devono essere presentate da un prescritto numero di elettori, le cui firme devono essere autenticate da uno dei soggetti di cui all’articolo 23, comma 7, della legge regionale 17/2007; nel Friuli Venezia Giulia, la raccolta di firme si rende necessaria anche nei comuni con popolazione inferiore ai 1.000 abitanti.
 
A partire dalle elezioni 2014 sono state introdotte nelle elezioni di tutti i comuni del Friuli Venezia Giulia le cosiddette “quote di genere” nella formazione delle candidature. In particolare, nei comuni con popolazione sino a 5.000 abitanti, in ogni lista nessuno dei due generi può essere rappresentato in misura superiore ai tre quarti dei candidati, con arrotondamento all’unità superiore qualora tale numero contenga una cifra decimale superiore a cinquanta centesimi; nei comuni con popolazione superiore a 5.000 abitanti in ogni lista nessuno dei due generi può essere rappresentato in misura superiore ai due terzi dei candidati, con arrotondamento all’unità superiore qualora tale numero contenga una cifra decimale superiore a cinquanta centesimi. Qualora la previsione della rappresentanza di genere non venga rispettata, la Commissione elettorale circondariale riduce la lista cancellando i nomi dei candidati appartenenti al genere rappresentato in misura eccedente alla quota prevista, procedendo dall’ultimo della lista.
 
Ogni candidato deve presentare la dichiarazione di accettazione della candidatura.
 
Con le liste di candidati devono essere presentate le reciproche dichiarazioni di collegamento con i candidati alla carica di sindaco, il contrassegno elettorale, il programma amministrativo della lista, i nominativi dei delegati.
 

I riferimenti normativi alle disposizioni statali in vigore (d.P.R. 570/60 - d.P.R. 132/93) sono da intendersi alle equivalenti disposizioni della L.R. 19/2013



 
immagine notizia
[ immagine notizia stampa ] [ immagine notizia top ]