Cos'è

L’Albo regionale dei Sindaci emeriti del Friuli Venezia Giulia è stato istituito con l’articolo 10, commi 95 e 96, della legge regionale 31 dicembre 2012, n. 27 (Legge finanziaria 2013).


Con decreto del Presidente della Regione 14 luglio 2015, n. 0148/Pres. – pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione n. 30 del 29 luglio 2015 – è stato approvato il Regolamento che disciplina le modalità di iscrizione, tenuta e revisione dell’Albo regionale dei Sindaci emeriti del Friuli Venezia Giulia.


L’Albo regionale dei Sindaci emeriti è istituito presso la struttura regionale competente in materia di autonomie locali ed è tenuto e gestito con modalità telematiche dal Servizio competente in materia elettorale; riporta i dati anagrafici dei Sindaci emeriti, la durata del mandato ed il relativo ente. Inoltre, l’Albo è pubblicato sul sito internet della Regione, nel Portale delle autonomie locali.


Ai sensi dell’articolo 3 del Regolamento, all’Albo regionale sono iscritti coloro che hanno ricoperto la carica di sindaco per almeno quattro anni, anche non consecutivamente, presso comuni compresi nel territorio regionale e che non hanno riportato condanne per reati contro la pubblica amministrazione.


La domanda di iscrizione – il cui modello è riportato nella sezione Modulistica e che è assoggettata al pagamento dell’imposta di bollo – deve essere corredata da una dichiarazione sostitutiva attestante il possesso dei requisiti di cui all’articolo 3 e da fotocopia di un documento d’identità del sottoscrittore.


La domanda è spedita o presentata personalmente alla Direzione centrale autonomie locali e coordinamento delle riforme - Servizio consiglio autonomie locali ed elettorale - Via Sabbadini, 31 - 33100 UDINE e può essere anticipata via mail al seguente indirizzo: elettorale@regione.fvg.it.


In alternativa, la domanda può essere sottoscritta con firma digitale e spedita al seguente indirizzo di Posta elettronica certificata: autonomielocali@certregione.fvg.it.


L’iscrizione all’Albo è disposta entro trenta giorni dalla ricezione della richiesta.


Gli iscritti all’Albo regionale sono tenuti a comunicare ogni cambiamento dei requisiti di cui all’articolo 3 nonché la variazione dei recapiti comunicati al momento dell’iscrizione.